Eventi2019-12-24T15:33:46+01:00

Avvisi ed Eventi della Parrocchia San Maurizio

Qui potete trovare informazioni, iniziative, feste, pellegrinaggi, gite e Celebrazioni particolari che vengono organizzate dalla Parrocchia San Maurizio, a partire dal più recente.

Libro di preghiere alla Madonna REGINA DELLA FAMIGLIA – don Bruno Borelli

Preghiere alla Madonna REGINA DELLA FAMIGLIA per i giorni delle Apparizioni
Autore: don Bruno Borelli

Presentazione dell’editore Sergio Pagliaroli
Questo libro nasce dall’idea originale di don Bruno Borelli, Sacerdote della Parrocchia San Maurizio di Erba (Co), di rivolgere tredici Preghiere alla Vergine, una per ogni Apparizione del 1944, trasformando i suoi messaggi in preghiere. Il risultato sorprendente è che questo libro delinea, come nessun altro, il rapporto materno dolcissimo della Madonna verso Adelaide, la sua piccola martire.

 

Presentazione dell’autore Qui il video

 

Presentazione dell’autore don Bruno Borelli (dalla prefazione)
Tutte le apparizioni mariane hanno sempre ispirato delle preghiere particolari.
Poiché la preghiera esprime e comunica la Fede, ho cercato di trasformare in preghiera ogni apparizione della Madonna a Ghiaie. Sono preghiere naturalmente rivolte a Lei, ma nella consapevolezza che poi Lei “indirizzi” queste stesse preghiere a Dio, al suo amato Figlio Gesù e al suo casto Sposo Giuseppe, sia per la famiglia di ciascuno di voi che leggete, sia per le famiglie del mondo intero.
Queste preghiere particolari sono da leggere poco alla volta, per poterle ben meditare nel cuore e ragionare coi propri cari, o utilizzare come spunti di riflessione orante da trasformare poi in preghiere personali e familiari. Ognuno può scegliere il metodo più opportuno nel loro uso. Ma un consiglio mi sembra buono per tutti: raccomando di leggere lentamente, soffermandoci se qualche espressione ci colpisce in modo particolare e ci suggerisce un’ulteriore riflessione e preghiera. Suggerisco una preghiera di tipo biblico che nei Salmi è definita come un “gridare al Signore”. Queste preghiere sono quindi da fare e commentare in dialogo vivo e diretto con Maria e con Gesù. Non si tratta di un dialogo interiore, cioè pensato, bensì di un dialogo esteriore, cioè parlato a “viva voce”, meglio nell’intimità della camera (Mt.6,6) e davanti a un altarino casalingo, dove sono posizionati la Bibbia, le icone, le immagini sacre, le statue, i quadretti e gli oggetti religiosi, immaginando di avere accanto a noi, la Madonna e il Signore, pur sapendo che loro sono dentro di noi, per cui ci ascoltano e ci rispondono. Così il nostro pregare diventa il “parlare a voce” con Maria e Gesù, e il nostro pensare diventa il “parlare ispirato” di Maria e di Gesù a noi.
Non so se riuscirò in questo intento, ma se le preghiere raccolte in questo libro vi avranno fatto del Bene e ottenuto delle Grazie, allora penso di aver raggiunto il mio obiettivo.
Il mio auspicio è che le preghiere e le meditazioni contenute in questo testo possano contribuire ad affrettare il riconoscimento ecclesiale delle apparizioni di Ghiaie, come è nello stesso desiderio della Madonna apparsa e come è nell’aspettativa costante e nella fiduciosa speranza del popolo di Dio, un popolo che è eminentemente cattolico e quindi mariano.

Maria Regina della Famiglia, prega per noi
Don Bruno

 

 

“Riceviamo e giriamo”: il commento del lettore
     Buon giorno carissimo don Bruno.
Ho iniziato da 3 giorni a leggere il libro di preghiera su Ghiaie…è davvero un gioiello…ricco di spunti, di riflessioni, di pensieri…è proprio un quadro dettagliato della realtà in cui siamo immersi e che stiamo vivendo e i pericoli a cui stiamo andando incontro… Ma è bello sapere che la Madonna non ci abbandona, anzi ci esorta ad avere coraggio e a vivere con i principi etici, morali cristiani a cui le sacre scritture sempre si richiamano. È un libro che dà tanta speranza e che ci dà lo strumento per proteggerci dal male imperante. Grazie di cuore don Bruno.
Ho pensato fortemente che il Signore la stia mantenendo in salute (nonostante tutte le prove di malattia di questi ultimi anni) perché, attraverso il suo ministero sacerdotale, Dio può operare grandemente… Lei don é uno strumento fedele, deciso, profondo e coraggioso… Lei è l’aiuto di Dio per noi, quell’aiuto per comprendere quali sono i veri valori della vita e come vivere cristianamente e con lo sguardo rivolto al cielo. Grazie per quanto fa ogni giorno e da sempre per tutti noi, vicini e lontani. Mi sono ripromessa di diffondere il suo libro ovunque Dio me ne fa capire la necessità…e lo farò.
Santa giornata.
Rachele

 

     Apprezzo e condivido il pensiero di Rachele.
Mi permetto solo di integrare con questo suggerimento: per chi fosse interessato al libro, ma impossibilitato a recarsi in Parrocchia San Maurizio a Erba per avere una copia (o più), vi informo che dal 15 gennaio MESCAT provvederà a distribuire alle piattaforme e librerie on-line. Chi volesse acquistare on-line laddove troverà la dicitura “esaurito” o “attualmente non disponibile” può già farne richiesta (infatti il libro è in commercio, ma teniamo presente che è uscito a ridosso del Natale, con le varie chiusure per inventario da parte dei distributori) in tal modo i rivenditori sapranno che c’è interesse all’acquisto e provvederanno quanto prima al rifornimento per la vendita.
Il libro sta riscuotendo un grande successo, o meglio, la Madonna apparsa a Bonate in veste di Regina della Famiglia, si sta “prendendo la scena” che da sempre le appartiene, ma sulla quale, da sempre, (ovvero dal tempo delle sue apparizioni a Ghiaie ad oggi) la Chiesa, ahimè, ha calato un ingiusto e oscuro sipario…
Anch’io mi unisco a ringraziare per questo dono, nella speranza che vengano finalmente riconosciuti sia l’autenticità dei Suoi Messaggi sia il valore della Preghiera da Lei sempre tanto raccomandata
.
Maria Regina della Famiglia, prega per le famiglie del mondo intero!
Maria Piera

Informazioni Qui

 

Locandina → Qui

 


Gruppo di Preghiera REGINA DELLA FAMIGLIA
Devozione in parrocchia
Qui

 

 


3 febbraio: San Biagio – 5 febbraio: Sant’Agata

3 Febbraio: SAN BIAGIO, vescovo e martire 

Opuscolo ⇒ Clicca Qui

PREGHIERA

O Glorioso San Biagio, tu sin dalla fanciullezza sei stato di esemplari virtù, e unendo alla sollecitudine pastorale di Vescovo l’arte della medicina, hai promosso e confermato la fede cristiana nel popolo con le continue guarigioni. Siano benedette le tue fatiche pastorali e l’ardore con cui hai praticato la conversione di molte anime. Ti supplichiamo di ottenere a noi la grazia di corrispondere alla chiamata cristiana, di sopportare pazientemente le croci della nostra esistenza quotidiana, di santificare la nostra vita secondo gli insegnamenti del Vangelo e di tenerci lontano da ogni forma di peccato, così come l’aiuto divino santificò la tua esistenza terrena.
O Glorioso San Biagio, che rivolgendo a Dio una devota preghiera, hai ridonato salute ad un bambino morente a causa di una spina di pesce rimastagli in gola, ottienici, per i meriti del tuo martirio e del sangue da te versato, di sperimentare l’efficacia del tuo patrocinio in tutti i nostri mali, e specialmente nei mali della gola. Rendici capaci di dominare il vizio della gola con la pratica illuminata della penitenza cristiana e di usare il dono della parola per affermare e difendere le verità di Fede insegnate dalla Chiesa, e mai per togliere l’onore a Dio e la virtù e il rispetto al prossimo. Amen.
3 Gloria…

Clicca sull’immagine per scaricare la preghiera

 

 

5 Febbraio: SANT’AGATA, vergine e martire

Opuscolo ⇒ Clicca Qui

PREGHIERA

A te rivolgiamo il nostro sguardo e la nostra supplica, o gloriosa Martire, Agata nostra.
Ammiriamo la tua bellezza e il tuo candore di giovane donna; veneriamo la tua fede e ci sentiamo confortati e sostenuti dalle tue sofferenze e dal tuo martirio. Pur offesa e umiliata nella tua dignità e soffrendo molto per la tua delicata fragilità di donna, hai avuto coraggio nel difendere la tua grande fede e il tuo legame a Cristo, e tanta fermezza nell’accusare il tuo persecutore di voler compiere un gesto crudele e disumano. Guarita dall’Apostolo, hai benedetto la misericordia del Signore.
A te, o Martire Agata, noi donne, toccate dalla violenza della malattia e dal dolore, affidiamo il nostro cuore, noi stesse e le nostre famiglie.
La tua amabile presenza sarà la nostra forza, la tua intercessione sarà la nostra fiducia nel domani. Il tuo coraggio camminerà con noi verso i giorni senza più paura.
Con te e con il tuo amore benediciamo il Signore Gesù, nostro Salvatore e Redentore, che vive e regna glorioso nei secoli dei secoli. Amen.
3 Gloria…

Clicca sull’immagine per scaricare la preghiera

Riceviamo e giriamo: il commento del lettore

Preghiere alla Madonna REGINA DELLA FAMIGLIA per i giorni delle Apparizioni
Autore: don Bruno Borelli

“Riceviamo e giriamo”: il commento del lettore


     Buon giorno carissimo don Bruno.
Ho iniziato da 3 giorni a leggere il libro di preghiera su Ghiaie…è davvero un gioiello…ricco di spunti, di riflessioni, di pensieri…è proprio un quadro dettagliato della realtà in cui siamo immersi e che stiamo vivendo e i pericoli a cui stiamo andando incontro… Ma è bello sapere che la Madonna non ci abbandona, anzi ci esorta ad avere coraggio e a vivere con i principi etici, morali cristiani a cui le sacre scritture sempre si richiamano. È un libro che dà tanta speranza e che ci dà lo strumento per proteggerci dal male imperante. Grazie di cuore don Bruno.
Ho pensato fortemente che il Signore la stia mantenendo in salute (nonostante tutte le prove di malattia di questi ultimi anni) perché, attraverso il suo ministero sacerdotale, Dio può operare grandemente… Lei don é uno strumento fedele, deciso, profondo e coraggioso… Lei è l’aiuto di Dio per noi, quell’aiuto per comprendere quali sono i veri valori della vita e come vivere cristianamente e con lo sguardo rivolto al cielo. Grazie per quanto fa ogni giorno e da sempre per tutti noi, vicini e lontani. Mi sono ripromessa di diffondere il suo libro ovunque Dio me ne fa capire la necessità…e lo farò.
Santa giornata.
Rachele

 

     Apprezzo e condivido il pensiero di Rachele.
Mi permetto solo di integrare con questo suggerimento: per chi fosse interessato al libro, ma impossibilitato a recarsi in Parrocchia San Maurizio a Erba per avere una copia (o più), vi informo che dal 15 gennaio MESCAT provvederà a distribuire alle piattaforme e librerie on-line. Chi volesse acquistare on-line laddove troverà la dicitura “esaurito” o “attualmente non disponibile” può già farne richiesta (infatti il libro è in commercio, ma teniamo presente che è uscito a ridosso del Natale, con le varie chiusure per inventario da parte dei distributori) in tal modo i rivenditori sapranno che c’è interesse all’acquisto e provvederanno quanto prima al rifornimento per la vendita.
Il libro sta riscuotendo un grande successo, o meglio, la Madonna apparsa a Bonate in veste di Regina della Famiglia, si sta “prendendo la scena” che da sempre le appartiene, ma sulla quale, da sempre, (ovvero dal tempo delle sue apparizioni a Ghiaie ad oggi) la Chiesa, ahimè, ha calato un ingiusto e oscuro sipario…
Anch’io mi unisco a ringraziare per questo dono, nella speranza che vengano finalmente riconosciuti sia l’autenticità dei Suoi Messaggi sia il valore della Preghiera da Lei sempre tanto raccomandata.

Maria Regina della Famiglia, prega per le famiglie del mondo intero!
Maria Piera

Informazioni Qui

 


Epifania: i Magi e la Befana – Breve riflessione e preghiera

6 Gennaio: EPIFANIA DEL SIGNORE

Una leggenda associa i Magi, adoratori del neonato Messia, ad una vecchina riluttante che poi divenne la “Befana che porta i doni ai più piccoli”. 

Cosa c’entra la Befana con il giorno dei Magi? Qual è il legame tra la vecchia che porta i doni ai più piccoli e i misteriosi re (che re non erano, ma forse astrologi, e non erano nemmeno tre) che offrirono a Gesù Bambino oro, incenso e mirra?
Nel libro “Storia e leggende di Babbo Natale e della Befana” (Newton Compton) gli autori Corvino e Petoia riportano una leggenda secondo la quale i Magi, diretti a Betlemme con i doni, non riuscendo a trovare la strada chiesero informazioni ad un’anziana. La quale, nonostante le loro insistenze affinché li seguisse per far visita al Bambino, si rifiutò di accompagnarli. Salvo poi dopo pentirsi della sua riluttanza. Per questo preparò un cesto di dolci, uscì e cercò i re, ma non li trovò. A quel punto decise che si sarebbe fermata ad ogni casa lungo il suo cammino, donando qualcosa ai bimbi, sperando che uno di essi fosse Gesù. Da allora porta regali a tutti i piccoli. Ecco quindi che “Epifania”, termine greco che significa “manifestazione divina, apparizione” (quella di Cristo Signore a tutti i popoli) si è guastato ed è diventato “Befana”.

Al di là delle leggende, la Chiesa ha sempre considerato i Magi come simbolo dell’uomo che si mette alla ricerca di Dio.
È il Vangelo di Matteo (2, 1-12) a narrare l’episodio della visita dei Magi a Gesù Bambino, i quali da Oriente giungono a Gerusalemme e chiedono «Dov’è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo». Il significato è teologico: i Magi simboleggiano gli stranieri e i pagani che riconoscono la venuta del vero Dio. Originariamente, si pensa comunque che i personaggi non sono tre e non sono Re. La provenienza da Oriente fa pensare alla Persia, perché “magio” è un vocabolo di questa terra, ma dall’etimologia un po’ oscura.
«Essi», ha detto Benedetto XVI nell’omelia della solennità dell’Epifania del 2011, «erano probabilmente dei sapienti che scrutavano il cielo, ma non per cercare di “leggere” negli astri il futuro, eventualmente per ricavarne un guadagno; erano piuttosto uomini “in ricerca” di qualcosa di più, in ricerca della vera luce, che sia in grado di indicare la strada da percorrere nella vita. Erano persone certe che nella creazione esiste quella che potremmo definire la “firma” di Dio, una firma che l’uomo può e deve tentare di scoprire e decifrare».

Preghiamo dunque i Santi Magi affinchè ci ottengano la grazia di imitarli nella costante ricerca del vero Bene, camminando lungo la via della Santità che Gesù stesso ci ha indicato.

 

Preghiera per l’Epifania
(in formato immaginetta)

 

“Oggi, anche noi abbiamo visto spuntare una stella e siamo venuti per adorarlo!”.

 

Altre Preghiere
per il tempo di Natale


Preghiera per Capodanno 2023

Il 1° Gennaio si celebrano la solennità di Maria Santissima “Madre di Dio” (Rito Romano), la Circoncisione del Signore (Rito Ambrosiano) e la Giornata mondiale della Pace.

«Noi, soprattutto, Fratelli veneratissimi e Figli dilettissimi, possiamo avere un’arma singolare per la pace: la Preghiera, con le sue meravigliose energie di tonificazione morale e di impetrazione, di trascendenti fattori divini, di innovazioni spirituali e politiche; e con la possibilità ch’essa offre a ciascuno di interrogarsi individualmente e sinceramente circa le radici del rancore e della violenza, che possono eventualmente trovarsi nel cuore di ognuno».
(S. Papa Paolo VI, Messaggio di indizione della Giornata Mondiale della Pace, 8 dicembre 1967).

 

 

La Giornata Mondiale della Pace è stata istituita dal Santo papa Paolo VI per il 1º gennaio di ogni anno, ed è stata celebrata per la prima volta nel 1968: «Come augurio e come promessa – all’inizio del calendario che misura e descrive il cammino della vita umana nel tempo – che sia la Pace con il suo giusto e benefico equilibrio a dominare lo svolgimento della storia avvenire».

Nel messaggio di indizione, S. Paolo VI chiama non solo la Chiesa, ma “tutti i veri amici della pace”, iniziando dagli Organismi internazionali istituiti a questo scopo, a celebrare tale Giornata. Indica poi che la pace “vera”, la pace “giusta ed equilibrata”, suppone il “riconoscimento sincero dei diritti della persona umana e dell’indipendenza delle singole Nazioni”. La coincidenza con la Solennità di Maria Santissima Madre di Dio (per il Rito ambrosiano la Solennità della Circoncisione del Signore) non deve alterare il calendario liturgico.

A partire dal 1968, ogni anno, il papa invia alla Chiesa e a tutti gli uomini di buona volontà un messaggio con il quale invita a riflettere su un aspetto particolare della pace. Il messaggio del papa reca sempre la data dell’8 dicembre precedente.

Affidiamo questo nuovo Anno a MARIA SANTISSIMA, MADRE DI DIO E REGINA DELLA PACE,  rivolgendo ad Essa la nostra preghiera, affinchè ottenga amore e pace nelle nostre famiglie e nel mondo intero.

Maria Regina della Pace e San Paolo VI, pregate per noi

 

→  Preghiera per il Primo Giorno dell’Anno (in formato immaginetta)

 





Archivio Avvisi ed Eventi

Torna in cima