Misure valide in Lombardia
Il Decreto del Presidente del Consiglio del 3 novembre introduce nuove misure urgenti per prevenire la diffusione del virus Covid-19.
L’Ordinanza del Ministro della Salute colloca la Lombardia (insieme a Piemonte, Valle d’Aosta e Calabria) fra le regioni in “zona rossa”, ovvero ad alto rischio. Si applicano pertanto le misure di contenimento indicate agli artt. 1 e 3 del DPCM, valide a a partire dal 6 novembre e per almeno 15 giorni da tale data.
Sono vietati gli spostamenti in entrata e in uscita dal territorio regionale, all’interno dello stesso e all’interno del proprio Comune, in qualsiasi orario. Vietati gli spostamenti da una regione all’altra e da un Comune all’altro. Gli unici spostamenti autorizzati sono quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o per motivi di salute. Per giustificare gli spostamenti sarà necessario esibire un’ autodichiarazione.

Viene garantito l’accesso ai luoghi di culto che deve però avvenire con misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone e garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro. Le funzioni religiose con la partecipazione di persone si svolgeranno nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo e dalle rispettive confessioni.

I fedeli, se sottoposti a controllo da parte delle Forze di polizia nello spostamento tra la propria abitazione e la chiesa ad essi più vicina e viceversa, potranno esibire l’autodichiarazione,  nella quale avranno espresso la dicitura “situazione di necessità”.

Scarica QUI  il modulo di Autodichiarazione per raggiungere la chiesa nelle vicinanze della tua abitazione, o nella tua Comunità Pastorale, o all’interno del tuo Comune – valido per una visita al luogo di culto e per partecipare alla S. Messa –

In parrocchia sono disponibili copie del modulo precompilato.